“Ju Catenacce”: A Scanno la tradizione del corteo nuziale in costume antico (VIDEO)

ju catenacce

Scanno (AQ), 1 Maggio 2017 – Ogni anno nel borgo abruzzese di Scanno viene rievocato l’antico corteo nuziale detto “Ju Catenacce“. Il corteo del “catenaccio” un tempo attraversava il paesino accompagnando la sposa prima in chiesa e, subito dopo, nella casa del neo-sposo. Quella del corteo nuziale di Scanno è una tradizione antichissima. Viene chiamato “Ju Catenacce” in dialetto scannese perchè, guardato dall’alto, il corteo degli sposi seguiti da parenti e amici sembra una “catena“. La coppia di sposi apre la sfilata che attraversa, in ordine protocollare, le vie di Scanno, uno dei Borghi più belli d’Italia. Indossando il costume tradizionale della festa, sontuoso e dai colori sgargianti, le donne sono accompagnate durante il corteo da un compagno in abito scuro. Gli sposi aprono la strada mentre i parenti e gli amici li seguono, disposti in coppie, in un rigoroso ordine gerarchico che vede nelle prime posizioni i parenti più prossimi e nelle ultime amici e parenti alla lontana.

Il corteo nuziale si svolge in un clima festoso. L’atmosfera gioiosa è manifestata soprattutto dai colori dell’abito femminile scannese della festa, caratterizzato da ampie gonne a balze coperte da grembiuli sfavillanti in broccato, da corpetti neri dalle maniche vaporose strette sui polsi, da cappelli dal sapore orientale e da colletti bianchissimi in tombolo. Il copricapo femminile di Scanno è decorato con le “trecce“, degli spessi cordoni di seta ritorti e intrecciati attorno al capo. Il colore delle “trecce” variava a seconda dell’occasione: erano nere per il lutto, chiare (panna o beige, ma non bianche) per le nozze, bianche per la festa di Sant’Antonio, rosse per la festa di Sant’Eustachio (patrono di Scanno), azzurre per l’Assunta, e così via.

L’abito è arricchito da gioielli antichi, sfoggiati con orgoglio dalle donne scannesi: gli ori vengono messi in bella mostra attorno al collo e sul petto, sulla cosiddetta “punta” del costume tradizionale scannese. Non mancano mai collane importanti, ciondoli, orecchini, spille, anelli e quant’altro possa contribuire a rendere la donna più affascinante e a farla spiccare tra la folla.

GUARDA ANCHE:


A Scanno la Bella d’Italia delle nevi 2015 è Carola Briola (VIDEO)

scanno finale 2015

Scanno, 29 marzo 2015 – Grandissimo successo di pubblico ieri sera al palasport di Scanno per la finale nazionale del concorso “La bella d’Italia delle nevi”. 78 finaliste in rappresentanza di tutte le regioni italiane si sono date battaglia e alla fine il titolo è andato al Piemonte, anzi è rimasto in Piemonte visto che lo scorso anno aveva vinto con Erica Bruna che ha ceduto il titolo a Carola Briola sommersa poi dall’abbraccio di tutte le finaliste presenti. Anche l’Abruzzo ha ottenuto una fascia nazionale con Clarissa Cellurale e l’accesso diretto alla finale estiva per la sulmonese Valentina Cutrone, un bilancio possiamo dire positivo per la “squadra” che a Scanno giocava in casa. Lo spettacolo è stato di altissimo livello, oltre alla sfilata in abito da sera e in costume da bagno delle finaliste ci sono state esibizioni di danza con la scuola “Music & Dance” di Ada Di Ianni, due quadri moda di Bimbo Mania Sulmona e Et Vous Lingerie Sulmona, ha destato molto interesse anche l’esibizione di sicurezza e autodifesa a cura del Cesad, della dott.ssa Susanna Loriga. La serata è stata presentata in maniera impeccabile da Fiorenza Quadraro e ripresa dalle nostre telecamere, DJ Valex ha curato il service audio/luci e il fotografo ufficiale Gennaro Orefice, con la 3G, ha prodotto il servizio fotografico.

Presente al palasport anche Nicole Marchi, la bella d’Italia 2014, che ha sfilato insieme ad Erica Bruna e alle finaliste della regione abruzzo, “Sono contenta di sfilare insieme ad Erica che oggi lascia il suo titolo, aver vinto il concorso estivo è stata per me un esperienza bellissima ma a Settembre dovrò cedere la corona e sarà un dispiacere ma funziona così. Per il dopo ho in progetto di andare a vivere a Milano per continuare a lavorare nel mondo della moda e per studiare medicina”. Soddisfatta per il suo anno “di regno” anche Erica Bruna, “Ho partecipato per fare una nuova esperienza e inaspettatamente ho vinto il titolo di bella d’Italia delle nevi 2014 ed è stata un emozione fortissima, spero di continuare a lavorare come modella anche se resto con i piedi per terra continuando a fare la barista”. Anche il sindaco di Scanno, Pietro Spacone, era presente alla finalissima, “Abbiamo fatto un sondaggio chiedendo alle miss se conoscevano Scanno e quasi tutte hanno risposto positivamente, questa finale è un ottima occasione per far conoscere ulteriormente il nostro paese che risulta uno tra i più fotografati del mondo”.

Anche la Senatrice Paola Pelino era al palasport di Scanno a seguire la finale, “Scanno è di una bellezza che tanti ci invidiano e la finale di stasera è un appuntamento importantissimo, anche se abruzzese sarò imparziale ma mi farebbe immenso piacere se vincesse l’Abruzzo”. Pomeriggio dedicato alle prove con la coreografa Bruna Baino, “Anche se abbiamo avuto poco tempo le ragazze sono state bravissime, abbiamo avuto un accoglienza straordinaria a Scanno e questi ci ha aiutato molto”. Non poteva mancare naturalmente il servizio fotografico curato dalla “3G” con Gennaro Orefice, Gianni Orefice e Gino Migliore, “abbiamo fatto tantissimi scatti in questi giorni non solo con le modelle ma anche cercando di valorizzare Scanno” – ha detto al nostro microfono Gennaro Orefice – “adesso è il momento della verità e che vinca la migliore”. Ormai ogni sua presentazione è impeccabile e questa finale nazionale è stato il giusto riconoscimento per Fiorenza Quadraro che da quattro anni presenta le tappe della bella d’Italia Abruzzo, “Il nostro ormai è un team rodato e che “funziona” perfettamente e sono sicura che questa finale sarà spettacolare, anche se gioco in casa devo essere assolutamente imparziale ma in cuor mio spero nella vittoria dell’Abruzzo”. Il titolo alla fine è andato in Piemonte anhe se l’Abruzzo ha portato a casa una fascia nazionale (quinto posto) con Clarissa Cellurale e l’accesso diretto alla finale nazionale estiva per Valentina Cutrone.

Il titolo di bella d’Italia delle nevi 2015 è quindi andato a Carola Briola che abbiamo intervistato durante il taglio della torta che ha chiuso questa finale abruzzese, “E’ stata un emozione fortissima anche perchè sono stata premiata da Erica (anche lei del Piemonte), adesso penserò al futuro ma certamente non metterò da parte gli studi e le mie passioni”. A fine serata poi è partita la festa e il bilancio di questa finale in Abruzzo non può che essere positivo, stanca ma soddisfatta la referente del concorso per l’Abruzzo Emma Carfagnini che ha portato questo evento proprio nella “sua” Scanno che per tre giorni è diventata la capitale della bellezza. Da parte nostra un doveroso ringraziamento a tutto lo staff nazionale del concorso, alla Elca Eventi e al patron Alfonso Cariello per la concessione delle riprese video della finale, Maggiori dettagli sulla serata, le interviste ai protagonisti e le immagini della finale sono nel nostro speciale.

Guarda anche la finale Abruzzo del 22 Marzo 2015 a Castel di Sangro, clicca QUI

miss scanno

Iniziato il countdown per la finale nazionale “La Bella d’Italia delle nevi” a Scanno

arrivo scanno

Scanno, 26 marzo 2015 – Con l’arrivo oggi all’Hotel Miramonti di Scanno delle prime finaliste nazionali è iniziato il percorso che porterà alla finale nazionale 2015 del concorso “La bella d’Italia delle nevi”. La finale, presentata da Fiorenza Quadraro, si svolgerà al Palasport e sarà ripresa dalle nostre telecamere. Si è quindi messa in moto la macchina organizzativa che ha scelto l’Abruzzo, e in particolare Scanno, per questa finale che vedrà “sfidarsi” circa 90 ragazze provenienti da tutte le regioni che sfileranno in abito da sera e in costume da bagno. Presente alla finale anche Raffaella Scagliola, la bimba di 8 anni classificatasi seconda al programma di Antonella Clerici “Ti lascio una canzone”. Prevista anche un esibizione della scuola sulmonese ‘Music & Dance’ di Ada di Ianni e una dimostrazione di sicurezza e autodifesa a cura del Cesad, commentata dalla dott.ssa Susanna Loriga e dalla coordinatrice Cisl-Centro Italia Antonietta Santavenere. Non mancheranno i classici quadri moda con “Bimbo Mania” Sulmona e “Vous lingerie” Sulmona. Nella giornata di domani ci saranno i primi passaggi in giuria, gli scatti fotografici con Gennaro Orefice, Gianni Orefice e Gino Migliore e poi serata di riposo aspettando la finale di Sabato 28 Marzo a partire dalle ore 21.00. Oggi abbiamo incontrato parte dello staff e le prime miss arrivate a Scanno, nel video le interviste di rito.

Guarda anche la finale Abruzzo del 22 Marzo 2015 a Castel di Sangro, clicca QUI