Miss Nuovo Borgo Sulmona 2019 è Ionela Ivan (VIDEO)

Sulmona, 27 Ottobre 2019 – Grande festa al centro acquisti Nuovo Borgo di Sulmona in occasione del suo anniversario. Nella giornata di ieri intrattenimento musicale e taglio di una maxi torta per il numeroso pubblico presente che ha potuto assistere anche all’elezione di Miss Borgo 2019. La serata è stata presentata da Vincenzo Tonelli, con l’organizzazione di Emma. Sul palco le miss hanno sfilato in abito casual e in abito elegante, non sono mancati i momenti musicali con l’esibizione del gruppo “Gli amici dell’organetto e delle cantanti Aurora Lupiani e Maria Teresa Toletti. Ha destato molto interesse anche l’intervento di Simona Sperduto che ha spiegato quanto sia importante la donazione di sangue e il lavoro svolto dall’Avis. La giuria dopo aver valutato le ragazze, con un voto dal 5 al 10, ha eletto Miss Nuovo Borgo 2019 Ionela Ivan, 29 anni di Avezzano. Presenti le nostre telecamere, il fotografo Marcello Coletti,al service audio Vittorio Capaldi, backstage parrucco a cura di Enrica Rosati, aiuto backstage Federico Di Sante. Nel video un primo speciale sulla serata con la sfilata delle miss, la premiazione e l’intervista alla vincitrice.

GUARDA ANCHE:

Esibizione organetto abruzzese “Du Botte” al Nuovo Borgo (VIDEO)

Sulmona, 26 Ottobre 2019 – Le tradizioni abruzzesi sul palco del centro acquisti Nuovo Borgo di Sulmona che festeggia il suo anniversario con una serie di spettacoli. Tra questi anche un esibizione dell’associazione culturale “Gli amici dell’organetto” di Sulmona che ha intrattenuto il numeroso pubblico suonando il tipico “Du Botte” abruzzese. Si tratta di una fisarmonica diatonica, questo il nome corretto, che si è affermata come lo strumento tipico degli ambienti rurali, capace di accompagnare balli e canti popolari, molto usata in Sardegna, Puglia, Calabria, Lazio e Abruzzo. L’organetto abruzzese, detto “a du’ botte”, poiché ha due soli bassi e questa particolarità ne determina delle peculiarità sonore e anche la necessità di una tecnica specifica per suonarlo. L’organetto è suonato sia dagli anziani esperti che da ragazzi e ragazzini appassionati che frequentano anche scuole di organetto. Grazie a loro la tradizione continua e si rinnova.

GUARDA ANCHE:

Miss Reginetta d’Italia Abruzzo è Benedetta De Palo (VIDEO)

Sulmona, 25 agosto 2019 – Ieri sera nell’Auditorium del palazzo della SS. Annunziata a Sulmona, si è svolta la finale Abruzzo del concorso nazionale Miss Reginetta d’Italia 2019. La serata inserita nel cartellone degli eventi estivi di Sulmona è stata presentata da Fiorenza Quadraro, organizzata da Emma Carfagnini dell’associazione “Venti tra Noi communication”. Presenti i partner ufficiali del concorso con le telecamere di Videosse tv, Radio Evolution, il fotografo Marcello Coletti, nel backstage per il parrucco Francesco Chiola e al service audio il dj Vittorio Capaldi. Durante lo spettacolo ci sono stati momenti di moda, con la sfilata degli abiti dello stilista Guido Di Sante e le creazioni di Marilena, danza con la ballerina Chiara Galasso, esibizioni delle scuole di ballo Caribe Dance e Paradise Dancing Club, e canto con Aurora Lupiani che si è esibita con “Seven Rings” di Ariana Grande “Marzo” di Giorgia.

La giuria presieduta da Ermanno D’Artista ha avuto il difficile compito di eleggere le tre finaliste nazionali che rappresenteranno l’Abruzzo, dal 28 Agosto al 1 Settembre, a Chianciano Terme. Prima classificata, e Miss Reginetta d’Italia Abruzzo 2019, Benedetta De Palo, 20 anni, di Pescara, che sogna di diventare una veterinaria. Seconda classificata Alessia Pipino, 19 anni, di Castel di Sangro, studentessa che sogna di diventare una criminologa. Terza classificata Vittoriana Cacciatore, 20 anni, di Pescara, studentessa che sogna di diventare una fisioterapista. Nel nostro speciale alcuni momenti della serata, la sfilata delle miss, le premiazioni e le interviste esclusive alle tre finaliste nazionali.

GUARDA ANCHE:

Borgo San Panfilo vince la Giostra Cavalleresca di Sulmona 2019

Sulmona, 29 luglio 2019 – La Giostra del venticinquennale porta la firma del Borgo San Panfilo, con il cavaliere Luca Innocenzii di Foligno.San Panfilo ha trionfato in finale contro il Sestiere di Porta Bonomini, mettendo a segno 3 botte, 9 punti in un tempo di 29”26, contro le 3 botte e 6 punti in un tempo di 33”75 dell’avversario, in campo con Diego Cipiccia, cavaliere ex sanpanfilino. Stessa finale di due anni fa e stesso risultato, “È meraviglioso,vedere il mio borgo di nuovo in festa”, ha commentato Innocenzi, parlando della gara. “eravamo convinti di fare un buon risultato, ma è stata dura, soprattutto in semifinale dove ho vinto solo per quattro centesimi. Dedico questa vittoria e questo palio al mio capitano, Paolo Alessandroni, a tutti i ragazzi del Borgo San Panfilo e alla mia famiglia”. Terzo posto posto per Massimo Gubbini del Borgo Pacentrano, che aveva chiuso in testa la prima giornata di gare di sabato. È sceso così il sipario sulla XXV Giostra sulmonese, disputatasi in notturna e conclusasi intorno a mezzanotte, dopo che l’intensa pioggia del pomeriggio ha costretto ad interrompere il corteo e a posticipare le gare. La pioggia ha lasciato poca tregua ai circa 600 figuranti che intorno alle 16:30 hanno iniziato il corteo dal piazzale della cattedrale di San Panfilo. All’altezza del palazzo dell’Annunziata ha fatto l’atteso ingresso in corteo la Regina Giovanna d’Aragona, quest’anno interpretata da una bellissima Simona Ventura. Splendido il suo abito, di foggia rinascimentale, con dettagli ispirato ai tipici costumi abruzzesi. È stato ideato da Alessandro Pischedda e realizzato da “Les Gars couture” di Sulmona. A completare il costume della Ventura, la corona realizzata da Adelmino Romito e i gioielli, ciondolo a croce, orecchini e anello, firmati dai maestri orafi di Scanno, Di Rienzo. Accanto a lei il presidente della Giostra, Maurizio Antonini.

Dal palazzo dell’Annunziata si è unita al corteo anche la sindaca della città, Annamaria Casini, anche lei, per la prima volta in costume. La pioggia, diventata battente, ha costretto i figuranti ad interrompere la sfilata e a ripararsi nella chiesa della Tomba. Ad assistere al corteo anche il presidente del Regione Marco Marsilio che, subito dopo ha dovuto lasciare la città per impegni istituzionali. Cambiamento di programma anche per le gare. La commissione di vigilanza sulla sicurezza del campo di gara di piazza Maggiore, con il Mastrogiurato, Andreadomenico Giordano de Capite , valutando le condizioni della pista ha deciso di fissare l’avvio delle sfide alle 21.30. “Cavalieri in campo per cinque minuti, senza lancia e senza andare sugli anelli”: le parole di apertura della Giostra sono state quelle di sempre. La voce quella di Angelo Merola, speaker storico della Giostra, prematuramente scomparso nel 2017. Un omaggio alla sua Giostra e al suo ricordo, sottolineato dagli applausi del pubblico presente in piazza. “Mi sento talmente bene nei panni della Regina che non vorrei mai smetterli”, ha detto Simona Ventura, che ha anche confessato di aver molto apprezzato gli arrosticini. “Ho letto delle cose sul suo contro e in alcune mi ritrovo moltissimo. È stata una donna forte e magnanima, un punto di riferimento. Sono orgogliosa di essere ospite in questa città in un momento in cui lei donne primeggiano in tanti campi e che per la prima volta ha un sindaco donna, perché la Regina Giovanna possiamo dire che sia stata un’antesignana questo senso”. A completamento del lavoro degli speaker, il commento tecnico dal campo affidato a Mario Giacomoni della Federazione sport equestri.

Dopo la tornata di sette gare eliminatorie, hanno avuto accesso in finale le contrade quattro migliori classificate, nell’ordine, Borgo San Panfilo primo classificato con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti in un tempo di 117”89; Sestiere di Porta Japasseri, secondo con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti e un tempo di 120”16; Sestiere di Porta Bonomini, terzo con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti e un tempo di 122”36; e Borgo Pacentrano, quarto con 3 vittorie, 9 botte, 24 punti e un tempo di 118”66. Nella prima semifinale si sono scontrati il Borgo San Panfilo e il Borgo Pacentrano; ad avere la meglio il Borgo San Panfilo con 3 botte, 8 punti e un tempo di 29”24, per soli 4 centesimi di vantaggio. Nella seconda semifinale avrebbero dovuto affrontarsi il Sestiere di Porta Japasseri e il Sestiere di Porta Bonomini, ma il cavallo japasserino ha subito un infortunio per cui il Sestiere “ororossoverde” ha corso da solo. Nella finale tra San Panfilo e Bonomini ha poi trionfato per la terza vittoria per Luca Innocenzi. A premiare i vincitori il presidente onorario dell’associazione culturale Giostra Cavalleresca, Domenico Tgalieri, insieme al sindaco e alla “Regina” Ventura. Dopo due anni dall’ultima vittoria, per mano del capitano Paolo Alessandroni, iil Borgo San Panfilo ha alzato al cielo il palio dei venticinque anni di Giostra, realizzato dalla pittrice Cristina Balzarini. Nel nostro video un trailer sul corteo storico.

GUARDA ANCHE:

Raduno Alpini a Sulmona, in 5000 “invadono” la città (VIDEO)

Sulmona, 23 giugno 2019 – Hanno sfilato in 5.000 lungo le vie della città per festeggiare i novant’anni dalla fondazione della sezione Ana “Abruzzi” di Sulmona. La sfilata è stata aperta da un lungo tricolore di novantanove metri, con la scritta “Jemo ‘nnanzi”, omaggio all’Aquila e ai suoi tanti alpini. Divisi in centoventi gruppi, provenienti da tutto l’Abruzzo ma anche dal Lazio, dal Molise e dalle Marche, gli alpini hanno sfilato tra due ali di folla che hanno accompagnato con applausi ripetuti il passaggio dei militari. Presenti sul palco delle autorità, allestito sulla scalinata di palazzo Annunziata, il presidente della Regione, Marco Marsilio, il senatore Primo Di Nicola e i sindaci del Centro Abruzzo. Il programma del raduno prevedeva per ieri, sabato 22 giugno, un omaggio ai due alpini sulmonesi, il tenente colonnello Giuseppe Tirone, al quale è intitolata la sezione Ana di Sulmona e il caporalmaggiore Armando Ranucci, una mostra preparata da studenti e alunni del Liceo Artistico di Avezzano, Liceo scientifico Fermi di Sulmona, Scuola d’Infanzia “Di Nello” e Istituto comprensivo “Lombardo Radice” di Sulmona. Il raduno poi è entrato nel vivo con l’accoglienza del Vessillo della sezione Abruzzi nell’aula consiliare del Comune di Sulmona. Sono seguiti un convegno e una sfilata degli alpini lungo corso Ovidio. Nel pomeriggio di oggi la premiazione dei partecipanti al concorso di fotografia estemporanea e alla mostra, con l’ammainabandiera alle 18.30 hanno chiuso il raduno. Nel video abbiamo cercato di raccontare, in 5 minuti, questa bellissima giornata “camminando” con gli alpini per tutto il percorso.

GUARDA ANCHE:

Carnevale Sulmona 2019 (VIDEO)

Sulmona, 5 marzo 2019 – E’ stata un edizione sottotono quella del carnevale Sulmonese che, per la mancanza di fondi, ha visto sfilare un solo carro e gruppo. La manifestazione organizzata dalla Music & Dance ha visto la partenza alle ore 15.00 con i bambini mascherati che sono giunti in Piazza Garibaldi percorrendo Corso Ovidio. “Lavoro con i bambini e non possiamo permettere che questa tradizione vada a morire. Ho Fatto la sfilata con il mio gruppo “Alice il Paese delle Meraviglie” perché a Sulmona l’impossibile diventa possibile”- spiega Ada Di Ianni che è riuscita a coinvolgere in questa iniziativa persone di ogni età. Nel nostro video un piccolo trailer del Carnevale Sulmonese 2019.

GUARDA ANCHE:

Sulmona, il mercato di Piazza Garibaldi (VIDEO)

Sulmona 26 febbraio 2019 – Il tradizionale mercato del mercoledi/sabato in Piazza Garibaldi a Sulmona in un nostro piccolo “spot” molto particolare. Recentemente è stato cambiato il posizionamento delle stoiche bancarelle con la riduzione dei posteggi da 161 a 105, introducendo i corridoi di soccorso e per i disabili, applicando il sistema di entrata libera per una migliore accessibilità delle persone con disabilità ai banchi delle merci esposte. Per gli ambulanti, senza posto fisso, gli spuntisti, sarà più difficile piazzarsi, se non sono titolari di concessione di posteggio, per occupare i posti degli assenti.

GUARDA ANCHE:

Alida Lancia è La Bella d’Italia delle nevi al Nuovo Borgo (VIDEO)

Sulmona 17 febbraio 2019 – Quarta tappa del tour invernale Abruzzo 2019 del concorso nazionale “La Bella d’Italia delle nevi” al centro commerciale Nuovo Borgo. Il numeroso pubblico ha potuto assistere ad uno spettacolo fatto di moda, musica e 11 miss che hanno partecipato a questa selezione, presentata da Fiorenza Quadraro, sfilando prima in abito elegante e poi in bikini personale. La giuria alla fine ha incoronato reginetta della serata Alida Lancia. “Ringrazio il pubblico e in particolare tutte le ragazze che hanno partecipato” ha dichiarato Emma Carfagnini, referente per l’Abruzzo del concorso, “un grazie va anche al mio staff, che lavora seriamente per la realizzazione di ogni tappa, e al Nuovo Borgo che ci ha ospitati nuovamente”. Ospite della serata la Bella d’Italia delle nevi nazionale 2018 Christine Fegatilli, il cantautore Claudio Torres che ha animato il gran finale coinvolgendo miss e pubblico, la cantante Ylenia Saccoccia, il duo Big Events Sulmona, il fotografo Marcello Coletti, service audio a cura di Vittorio Capaldi, nel backstage ha curato le acconciature Anastasia Iannuzzi. Presenti in galleria anche i volontari del V.A.S. Nel nostro speciale le immagini e le interviste ai protagonisti.

Queste le ragazze premiate a Sulmona

La Bella d’Italia delle nevi Nuovo Borgo: Alida Lancia
La Bella d’Italia delle nevi Over: Ivonne Buda
Ragazza Sulmona Gomme: Giada Pelusi
Ragazza Gambe OK: Rebecca Bernabei
Ragazza Prima pagina – V.A.S: Vittoriana Cacciatore
Ragazza Armonia dei sensi: Jessica Ruscitti
Ragazza D.F.A: Maria Rosaria Iengo
Ragazza Moda Mare: Stefani Delchilova

GUARDA ANCHE: