Sulmona, sfide tra guerrieri alla Grande Fiera Storica

 

Sulmona, 24 luglio 2019 – Al via la seconda edizione della Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, che quest’anno raddoppia. Dalle ore 16 sarà aperto il villaggio storico allestito quest’anno, interamente all’interno della villa comunale, al centro della città. Sono oltre trenta gli espositori che trasformeranno l’area verde in un piccolo villaggio medievale animato da giocolieri, musici, artigiani, dame, saltimbanchi e guerrieri. Ci saranno anche accampamenti che per tre giorni faranno rivivere ai visitatori momenti quotidiani del Medio Evo: una delle attrazioni più caratteristiche sarà la taverna medievale tedesca, fedele riproposizione di un locale bavarese dell’epoca. In serata e anche nelle sere successive saranno proiettate sulla facciata del palazzo tra Piazza del Carmine e Largo Faraglia, nei pressi dell’Acquedotto Medievale le immagini più suggestive della Giostra cavalleresca, per rivivere anche in questa fase di emergenza sanitaria, i momenti più suggestivi e caratteristici della manifestazione. Sono 5 le compagnie di spettacolo che hanno già confermato la loro presenza alle quali, nei prossimi giorni, se ne aggiungeranno altre. Tra questi i Rota Temporis, L’Arpa del diavolo, Lo Mago Abacuc oltre a vari stand in cui sarà possibile acquistare oggetti e monili e gustare piatti tipici e specialità gastronomiche dell’epoca medievale.

Questa sera si andrà avanti fino a tarda notte per poi riprendere domani mattina quando dalle 9,30 il villaggio tornerà a rianimarsi. Nel pomeriggio alle 18,30 sarà inaugurata all’interno del museo civico dell’Annunziata la mostra dei costumi più belli dei primi 25 anni della Giostra Cavalleresca. Nell’occasione il presidente dell’associazione Giostra cavalleresca, Maurizio Antonini terrà insieme al sindaco Annamaria Casini e al presidente della Fondazione Carispaq Mimmo Taglieri una conferenza stampa in cui illustrerà i particolari degli eventi della manifestazione in corso affrontando anche il futuro della Giostra. La Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, andrà avanti per tutta la giornata di domenica per poi riprendere venerdì 31 luglio sempre alle 16,00 fino a domenica 2 agosto con gli stessi orari di questo fine settimana. L’evento è organizzata dall’Associazione Giostra Cavalleresca di Sulmona in collaborazione con Marco e Manuel Di Camillo ed Emanuele Binucci del CIANS, (Comitato Italiano Associazioni Storiche). Nel nostro video alcuni momenti con lo spettacolo della Compagnia Arpa del Diavolo

VIDEO IN EVIDENZA:

Sulmona, Giullar Leo alla Fiera Storica della Giostra Cavalleresca

 

Sulmona, 24 luglio 2019 – Al via la seconda edizione della Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, che quest’anno raddoppia. Dalle ore 16 sarà aperto il villaggio storico allestito quest’anno, interamente all’interno della villa comunale, al centro della città. Sono oltre trenta gli espositori che trasformeranno l’area verde in un piccolo villaggio medievale animato da giocolieri, musici, artigiani, dame, saltimbanchi e guerrieri. Ci saranno anche accampamenti che per tre giorni faranno rivivere ai visitatori momenti quotidiani del Medio Evo: una delle attrazioni più caratteristiche sarà la taverna medievale tedesca, fedele riproposizione di un locale bavarese dell’epoca. In serata e anche nelle sere successive saranno proiettate sulla facciata del palazzo tra Piazza del Carmine e Largo Faraglia, nei pressi dell’Acquedotto Medievale le immagini più suggestive della Giostra cavalleresca, per rivivere anche in questa fase di emergenza sanitaria, i momenti più suggestivi e caratteristici della manifestazione. Sono 5 le compagnie di spettacolo che hanno già confermato la loro presenza alle quali, nei prossimi giorni, se ne aggiungeranno altre. Tra questi i Rota Temporis, L’Arpa del diavolo, Lo Mago Abacuc oltre a vari stand in cui sarà possibile acquistare oggetti e monili e gustare piatti tipici e specialità gastronomiche dell’epoca medievale.

Questa sera si andrà avanti fino a tarda notte per poi riprendere domani mattina quando dalle 9,30 il villaggio tornerà a rianimarsi. Nel pomeriggio alle 18,30 sarà inaugurata all’interno del museo civico dell’Annunziata la mostra dei costumi più belli dei primi 25 anni della Giostra Cavalleresca. Nell’occasione il presidente dell’associazione Giostra cavalleresca, Maurizio Antonini terrà insieme al sindaco Annamaria Casini e al presidente della Fondazione Carispaq Mimmo Taglieri una conferenza stampa in cui illustrerà i particolari degli eventi della manifestazione in corso affrontando anche il futuro della Giostra. La Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, andrà avanti per tutta la giornata di domenica per poi riprendere venerdì 31 luglio sempre alle 16,00 fino a domenica 2 agosto con gli stessi orari di questo fine settimana. L’evento è organizzata dall’Associazione Giostra Cavalleresca di Sulmona in collaborazione con Marco e Manuel Di Camillo ed Emanuele Binucci del CIANS, (Comitato Italiano Associazioni Storiche). Nel nostro video alcuni momenti con lo spettacolo di Giullar Leo

VIDEO IN EVIDENZA:

Sulmona, Arpa del Diavolo alla Grande Fiera Storica

 

Sulmona, 24 luglio 2019 – Al via la seconda edizione della Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, che quest’anno raddoppia. Dalle ore 16 sarà aperto il villaggio storico allestito quest’anno, interamente all’interno della villa comunale, al centro della città. Sono oltre trenta gli espositori che trasformeranno l’area verde in un piccolo villaggio medievale animato da giocolieri, musici, artigiani, dame, saltimbanchi e guerrieri. Ci saranno anche accampamenti che per tre giorni faranno rivivere ai visitatori momenti quotidiani del Medio Evo: una delle attrazioni più caratteristiche sarà la taverna medievale tedesca, fedele riproposizione di un locale bavarese dell’epoca. In serata e anche nelle sere successive saranno proiettate sulla facciata del palazzo tra Piazza del Carmine e Largo Faraglia, nei pressi dell’Acquedotto Medievale le immagini più suggestive della Giostra cavalleresca, per rivivere anche in questa fase di emergenza sanitaria, i momenti più suggestivi e caratteristici della manifestazione. Sono 5 le compagnie di spettacolo che hanno già confermato la loro presenza alle quali, nei prossimi giorni, se ne aggiungeranno altre. Tra questi i Rota Temporis, L’Arpa del diavolo, Lo Mago Abacuc oltre a vari stand in cui sarà possibile acquistare oggetti e monili e gustare piatti tipici e specialità gastronomiche dell’epoca medievale.

Questa sera si andrà avanti fino a tarda notte per poi riprendere domani mattina quando dalle 9,30 il villaggio tornerà a rianimarsi. Nel pomeriggio alle 18,30 sarà inaugurata all’interno del museo civico dell’Annunziata la mostra dei costumi più belli dei primi 25 anni della Giostra Cavalleresca. Nell’occasione il presidente dell’associazione Giostra cavalleresca, Maurizio Antonini terrà insieme al sindaco Annamaria Casini e al presidente della Fondazione Carispaq Mimmo Taglieri una conferenza stampa in cui illustrerà i particolari degli eventi della manifestazione in corso affrontando anche il futuro della Giostra. La Grande Fiera storica “Città di Sulmona”, andrà avanti per tutta la giornata di domenica per poi riprendere venerdì 31 luglio sempre alle 16,00 fino a domenica 2 agosto con gli stessi orari di questo fine settimana. L’evento è organizzata dall’Associazione Giostra Cavalleresca di Sulmona in collaborazione con Marco e Manuel Di Camillo ed Emanuele Binucci del CIANS, (Comitato Italiano Associazioni Storiche). Nel nostro video alcuni momenti con lo spettacolo della Compagnia Arpa del Diavolo

VIDEO IN EVIDENZA:

Borgo San Panfilo vince la Giostra Cavalleresca di Sulmona 2019

Sulmona, 29 luglio 2019 – La Giostra del venticinquennale porta la firma del Borgo San Panfilo, con il cavaliere Luca Innocenzii di Foligno.San Panfilo ha trionfato in finale contro il Sestiere di Porta Bonomini, mettendo a segno 3 botte, 9 punti in un tempo di 29”26, contro le 3 botte e 6 punti in un tempo di 33”75 dell’avversario, in campo con Diego Cipiccia, cavaliere ex sanpanfilino. Stessa finale di due anni fa e stesso risultato, “È meraviglioso,vedere il mio borgo di nuovo in festa”, ha commentato Innocenzi, parlando della gara. “eravamo convinti di fare un buon risultato, ma è stata dura, soprattutto in semifinale dove ho vinto solo per quattro centesimi. Dedico questa vittoria e questo palio al mio capitano, Paolo Alessandroni, a tutti i ragazzi del Borgo San Panfilo e alla mia famiglia”. Terzo posto posto per Massimo Gubbini del Borgo Pacentrano, che aveva chiuso in testa la prima giornata di gare di sabato. È sceso così il sipario sulla XXV Giostra sulmonese, disputatasi in notturna e conclusasi intorno a mezzanotte, dopo che l’intensa pioggia del pomeriggio ha costretto ad interrompere il corteo e a posticipare le gare. La pioggia ha lasciato poca tregua ai circa 600 figuranti che intorno alle 16:30 hanno iniziato il corteo dal piazzale della cattedrale di San Panfilo. All’altezza del palazzo dell’Annunziata ha fatto l’atteso ingresso in corteo la Regina Giovanna d’Aragona, quest’anno interpretata da una bellissima Simona Ventura. Splendido il suo abito, di foggia rinascimentale, con dettagli ispirato ai tipici costumi abruzzesi. È stato ideato da Alessandro Pischedda e realizzato da “Les Gars couture” di Sulmona. A completare il costume della Ventura, la corona realizzata da Adelmino Romito e i gioielli, ciondolo a croce, orecchini e anello, firmati dai maestri orafi di Scanno, Di Rienzo. Accanto a lei il presidente della Giostra, Maurizio Antonini.

Dal palazzo dell’Annunziata si è unita al corteo anche la sindaca della città, Annamaria Casini, anche lei, per la prima volta in costume. La pioggia, diventata battente, ha costretto i figuranti ad interrompere la sfilata e a ripararsi nella chiesa della Tomba. Ad assistere al corteo anche il presidente del Regione Marco Marsilio che, subito dopo ha dovuto lasciare la città per impegni istituzionali. Cambiamento di programma anche per le gare. La commissione di vigilanza sulla sicurezza del campo di gara di piazza Maggiore, con il Mastrogiurato, Andreadomenico Giordano de Capite , valutando le condizioni della pista ha deciso di fissare l’avvio delle sfide alle 21.30. “Cavalieri in campo per cinque minuti, senza lancia e senza andare sugli anelli”: le parole di apertura della Giostra sono state quelle di sempre. La voce quella di Angelo Merola, speaker storico della Giostra, prematuramente scomparso nel 2017. Un omaggio alla sua Giostra e al suo ricordo, sottolineato dagli applausi del pubblico presente in piazza. “Mi sento talmente bene nei panni della Regina che non vorrei mai smetterli”, ha detto Simona Ventura, che ha anche confessato di aver molto apprezzato gli arrosticini. “Ho letto delle cose sul suo contro e in alcune mi ritrovo moltissimo. È stata una donna forte e magnanima, un punto di riferimento. Sono orgogliosa di essere ospite in questa città in un momento in cui lei donne primeggiano in tanti campi e che per la prima volta ha un sindaco donna, perché la Regina Giovanna possiamo dire che sia stata un’antesignana questo senso”. A completamento del lavoro degli speaker, il commento tecnico dal campo affidato a Mario Giacomoni della Federazione sport equestri.

Dopo la tornata di sette gare eliminatorie, hanno avuto accesso in finale le contrade quattro migliori classificate, nell’ordine, Borgo San Panfilo primo classificato con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti in un tempo di 117”89; Sestiere di Porta Japasseri, secondo con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti e un tempo di 120”16; Sestiere di Porta Bonomini, terzo con 3 vittorie, 12 botte, 32 punti e un tempo di 122”36; e Borgo Pacentrano, quarto con 3 vittorie, 9 botte, 24 punti e un tempo di 118”66. Nella prima semifinale si sono scontrati il Borgo San Panfilo e il Borgo Pacentrano; ad avere la meglio il Borgo San Panfilo con 3 botte, 8 punti e un tempo di 29”24, per soli 4 centesimi di vantaggio. Nella seconda semifinale avrebbero dovuto affrontarsi il Sestiere di Porta Japasseri e il Sestiere di Porta Bonomini, ma il cavallo japasserino ha subito un infortunio per cui il Sestiere “ororossoverde” ha corso da solo. Nella finale tra San Panfilo e Bonomini ha poi trionfato per la terza vittoria per Luca Innocenzi. A premiare i vincitori il presidente onorario dell’associazione culturale Giostra Cavalleresca, Domenico Tgalieri, insieme al sindaco e alla “Regina” Ventura. Dopo due anni dall’ultima vittoria, per mano del capitano Paolo Alessandroni, iil Borgo San Panfilo ha alzato al cielo il palio dei venticinque anni di Giostra, realizzato dalla pittrice Cristina Balzarini. Nel nostro video un trailer sul corteo storico.

GUARDA ANCHE:

Le cornamuse di Colchester in “concerto” a Sulmona (VIDEO)

colchester

6 agosto 2018 – Musica e tradizioni dal mondo nelle piazze più belle del centro storico cittadino: così le delegazioni straniere ospiti della Giostra cavalleresca d’Europa hanno dato il loro saluto a Sulmona. Nel pomeriggio di ieri, a partire dalle 18, un piccolo corteo internazionale si è snodato, a partire da piazza Tresca, lungo corso Ovidio. Poi lo spazio antistante il palazzo dell’Annunziata, piazza XX settembre, la rotonda di San Francesco e piazza Plebiscito sono diventati il naturale palcoscenico che ha accolto le esibizioni delle delegazioni di Zante, Corfù e Burghausen, di Costanza e San Marino, di Colchester che hanno mescolato le loro musiche, i loro canti, i loro costumi, riempiendo di colore e di coinvolgenti ritmi il centro storico del capoluogo peligno. Poi gli ospiti si sono dati appuntamento in piazza XX settembre per il gran finale: qui le cornamuse della banda britannica di Colchester si sono alternate ai ritmi celtici, al sirtaki greco e al saltarello di tradizione italica. Un finale di festa che ha richiamato un numerosissimo pubblico, pronto anche a partecipare alle danze.

GUARDA ANCHE:

Il Sirtaki chiude la Giostra di Sulmona 2018 (VIDEO)

sirtaki

6 agosto 2018 – Musica e tradizioni dal mondo nelle piazze più belle del centro storico cittadino: così le delegazioni straniere ospiti della Giostra cavalleresca d’Europa hanno dato il loro saluto a Sulmona. Nel pomeriggio di ieri, a partire dalle 18, un piccolo corteo internazionale si è snodato, a partire da piazza Tresca, lungo corso Ovidio. Poi lo spazio antistante il palazzo dell’Annunziata, piazza XX settembre, la rotonda di San Francesco e piazza Plebiscito sono diventati il naturale palcoscenico che ha accolto le esibizioni delle delegazioni di Zante, Corfù e Burghausen, di Costanza e San Marino, di Colchester che hanno mescolato le loro musiche, i loro canti, i loro costumi, riempiendo di colore e di coinvolgenti ritmi il centro storico del capoluogo peligno. Poi gli ospiti si sono dati appuntamento in piazza XX settembre per il gran finale: qui le cornamuse della banda britannica di Colchester si sono alternate ai ritmi celtici, al sirtaki greco e al saltarello di tradizione italica. Un finale di festa che ha richiamato un numerosissimo pubblico, pronto anche a partecipare alle danze.

GUARDA ANCHE:

Con il corteo storico è iniziata la Giostra Cavalleresca di Sulmona (VIDEO)

corteo 2018

29 luglio 2018 – E’ stato un grande successo quello ottenuto dalla Giostra Cavalleresca, giunta alla sua XXIV edizione. Infatti sono stati venduti circa 7700 biglietti, su ottomila disponibili, per i due giorni di gara, tanto da sfiorare il sold out, per ogni ordine di posti. Oltre agli spettatori presenti sugli spalti, sono stati migliaia turisti e cittadini che si sono riversati sulle strade del centro per applaudire il corteo storico, che ha sfilato lungo corso Ovidio, tra manifestazioni di entusiasmo tributati, in particolare, alla showgirl Valeria Marini, che ha indossato i panni della Regina Giovanna d’Aragona, nel raffinato abito disegnato dallo stilista Alessandro Pischedda, una delle colonne della Giostra Cavalleresca. “Siamo soddisfatti del grande successo attestato dalle innumerevoli presenze in piazza Maggiore e lungo corso Ovidio, sono il segno che la Giostra conserva intatta la sua forza attrattiva – sottolinea Maurizio Antonini, presidente dell’associazione culturale Giostra – il fascino ed il prestigio dell’evento sono una certezza assoluta che non è scalfita minimamente da critiche spesso oziose e solo distruttive, raramente costruttive e apprezzabili”. Sold out anche per ristoranti, alberghi e bed and breakfast della città e dei centri del territorio. In tanti hanno incontrato difficoltà a reperire una stanza libera in città, sistemandosi nelle strutture ricettive del comprensorio. Concluso l’evento Giostra, con grande soddisfazione degli organizzatori, occhi puntati da domani, 31 luglio, alle 16.30, sul 1° Concorso nazionale Dressage B – Trofeo Giostra Cavalleresca. Un’altra importante novità dell’edizione della Giostra 2018. “La Giostra cavalleresca sposa l’equitazione – precisa Domenico Taglieri, presidente onorario della Giostra – un nuovo connubio propiziato dalla Giostra che arricchisce così la serie delle sue manifestazioni, valorizzando le sue potenzialtà”. In piazza Maggiore una sessantina di cavalli, per la disputa di una delle discipline olimpiche più appassionanti e spettacolari della Federazione Italiana Sport Equestri. Il torneo di dressage proseguirà e si concluderà nella giornata di mercoledì 1°agosto. Subito dopo sarà il momento culminante della Giostra d’Europa e dei Borghi più belli d’Italia, in programma sabato 4 e domenica 5 agosto. Nel nostro video un trailer dedicato al corteo storico.

GUARDA ANCHE:

Porta Manaresca vince il Palio della Cordesca 2018 (VIDEO)

cordesca 18

Sulmona, 2 giugno 2018 – In un’appassionante finale sul terreno dello stadio Pallozzi il sestiere di Porta Manaresca si è aggiudicato il Palio della XVI Cordesca. Il sestiere rossoblù, con i ragazzi della sua squadra, per la quinta volta ha vinto l’ambito trofeo. Infatti lo stesso sestiere vinse la prima Cordesca, quella del 2003 e poi quelle del 2004, 2006 e 2011. Da sette anni aveva mancato la vittoria. In finale Manaresca ha avuto la meglio sul sestiere di Porta Filiamabili. Nei quattro incontri di finale, riservati ai “cavalieri” delle scuole elementari e poi a quelli delle scuole medie, Manaresca ha conquistato un totale di 11 botte, 14 punti, due vittorie e un tempo di 47 secondi e 19 centesimi. Filiamabili invece ha ottenuto 10 botte, 12 punti, due vittorie ed un tempo di 46.69. Le gare della seconda giornata hanno parzialmente modificato i risultati della prima giornata. In testa alla classifica Borgo Pacentrano ha preso il posto di Borgo San Panfilo. In semifinale, con i primi due classificati, sono andati il sestiere di Porta Filiamabili, terzo classificato e il sestiere di Porta Manaresca quarto classificato. Al quinto posto si è classificato il Borgo di Santa Maria della Tomba, al sesto il sestiere di Porta Japasseri e al settimo il sestiere di Porta Bonomini. In semifinale Manaresca ha battuto Borgo Pacentrano, mentre Filiamabili ha battuto Borgo San Panfilo.

Entusiasta dell’ottima riuscita di questa sedicesima Cordesca il presidente onorario della Giostra, Domenico Taglieri. “E’ aumentato notevolmente il numero dei ragazzi, il pubblico che ha partecipato a quest’iniziativa è fortemente in ascesa – ha sottolineato Taglieri – tutto questo significa che il meccanismo dell’agonismo all’interno di una sana competizione riesce a coinvolgere più bambini”. “Questa cosa noi la porteremo alla discussione dei dirigenti scolastici che ringraziamo per quello che fanno – ha concluso il presidente – perché attraverso questa grande partecipazione di giovani che vediamo alla Cordesca è garantito un futuro alla Giostra”. Un ringraziamento ai genitori dei ragazzi, che incoraggiano i loro figli a prendere parte a questa manifestazione, è stato rivolto dal presidente dell’associazione Giostra, Maurizio Antonini.

“L’azione sociale svolta dalla Giostra, soprattutto con la Cordesca, è assai importante – ha detto l’assessore comunale alla Cultura, Alessandro Bencivenga – questa manifestazione ha il grande merito di avvicinare i ragazzi alle migliori tradizioni della città, facendoli innamorare di Sulmona e poi la partecipazione ad una competizione educa i bambini al rispetto delle regole che disciplinano il gioco e del resto l’intera società”. La consegna del Palio, realizzato da Antonio Del Beato Corvi, nelle mani del capitano del sestiere di Porta Manaresca e dei ragazzi della Cordesca ha concluso la manifestazione con un arrivederci alla Giostra Cavalleresca del prossimo mese di luglio.

GUARDA ANCHE: